L'ANELLO FORTE DI USSEGLIO
Associazione di promozione sociale senza scopo di lucro

Appuntamenti

Album

Quaderno francoprovenzale

L'Associazione

IL TESTAMENTO BIOLOGICO
INCONTRO PUBBLICO CON L'ONOREVOLE PAOLA BRAGANTINI

Per festeggiare il secondo anniversario della sua costituzione, l'associazione L'Anello Forte di Usseglio organizza, sabato 24 giugno 2017 alle ore 15.00, presso il Salone Polivalente di Usseglio, un incontro pubblico con l'Onorevole Paola Bragantini, dedicato al delicato argomento del testamento biologico.
La corretta informazione è premessa necessaria di una scelta libera e consapevole.
Ingresso libero per Soci e non soci.
Seguirà merenda sinoira (apericena) presso l'Albergo Grand'Usseglio: chi desidera può prenotare direttamente al numero 0123-83.740


VISITE GUIDATE AI SITI ARCHEO-MINERARI DI USSEGLIO E FORNO DI LEMIE
Estate 2017


La Fabbrica dell’Azzurro e gli altri opifici del Crot: uso stagionale della forza idraulica (livello di difficoltà: facile)
La miniera d’argento del Masòc: una lunga serie di imprese,abbandoni e riprese (livello di difficoltà: buoni camminatori)
Il centro metallurgico medievale di Forno di Lemie: una rete di attività tecnologiche (livello di difficoltà: facile)
Prenotazioni telefoniche: 347-310.34.73
Scaricare la guida topografica


SECONDO CORSO DI AVVICINAMENTO AI LAVORI DI TAGLIO, CUCITO, MAGLIA E RICAMO

A fungere da insegnanti nella stagione 2016-2017, così come in quella 2015-2016, alcune delle socie più esperte in tali attività. Le riunioni sono anche momenti di aggregazione sociale e scambio di saperi tradizionali. Per conoscere i dettagli e il calendario del corso i non soci devono comunicare il proprio interesse mediante posta elettronica (anellofortusseglio(et)antropologiaalpina.it) o telefono (347-310.34.73). I locali per le attività sono messi a disposizione dal Comune di Usseglio.


IL SEICENTO A RICAMO
RICAMI DI PIETRA
Per introdurre il I corso, il 21 novembre 2015, alle ore 15, nella Sala delle Iris dell’Albergo Rocciamelone di Usseglio, è stato presentato il recente volume «Il Seicento a Ricamo, Dipingere con l’ago stendardi, drappi da arredo, paramenti liturgici», raccolta di studi a cura di Flavia Fiori, Margherita Accornero e Suor Maria Lucia Ferreri, del Laboratorio Restauro tessili antichi dell’Abbazia benedettina “Mater Ecclesiae” di Isola San Giulio d’Orta, laboratorio che aveva a suo tempo eseguito il restauro della veste ricamata settecentesca del simulacro di Madonna della parrocchiale di Usseglio.

La presentazione ha fornito l’occasione per discutere sulla riproduzione rupestre di tale simulacro realizzata nel 1922 dal margaro-scultore Luigi Bertino Falìn sulle alture rocciose tra Margone e Malciaussìa, a cui Anna Gattiglia e Maurizio Rossi dedicano l'articolo Ricami di pietra.

Per informazioni sul corso e sulle altre iniziative in preparazione:
347-310.34.73
anelloforteusseglio(et)antropologiaalpina.it

LAPIDI FIORITE
Visita e addobbo floreale di un gruppo di lapidi e sepolture anonime del cimitero di Usseglio, 2 novembre 2016

Anche oggi come in passato, l'annuale ricorrenza della commemorazione dei defunti è per le donne di Usseglio l’occasione per dedicarsi non solo alle tombe dei propri cari, ma anche a quelle che, per disparati motivi, sono rimaste sguarnite o dimenticate.
A partire dal 2015, L’Anello Forte di Usseglio, fedele al motto «nhin dizmentià nhun», ha fatto sua questa iniziativa.
Confezionare con nastri e buon gusto i mazzolini, armarsi di stracci e spazzolini, arrampicarsi sulle scale per raggiungere le posizioni più scomode, sostare un attimo in raccoglimento sono le attività semplici, spontanee e cariche di affetto per il proprio paese e per chi vi riposa a cui le donne ussegliesi si sono dedicate nei giorni precedenti la ricorrenza: un modo per ribadire il forte legame con la propria terra e con le proprie origini.


L’ANELLO FORTE DI USSEGLIO
E IL VOTO FEMMINILE


In coincidenza con il 70° anniversario della conquista del diritto di voto e di eleggibilità da parte delle donne italiane, L’Anello Forte di Usseglio ha organizzato un incontro pubblico aperto a soci e non soci, che si è tenuto sabato 11 giugno 2016 alle ore 15 a Usseglio (TO) nella Sala Polivalente Comunale adiacente al Municipio.
Alla riunione è intervenuta quale gradita ospite l’onorevole Paola Bragantini, componente della XII Commissione parlamentare sugli affari sociali, la quale ha illustrato l’importanza e i risvolti del diritto femminile di voto e di eleggibilità.
Nell’occasione, l’Associazione ha festeggiaot anche il proprio primo anniversario, proponendo una carrellata di filmati sulle attività svolte a partire dalla fondazione.
Scaricare Il cammino delle donne dalla liberazione a oggi


USSEGLIO E LA GRANDE GUERRA
Monografia storica di Claudia G
IACOMELLI, in ricordo dei 28 caduti ussegliesi del Quindicidiciotto, 24 maggio 2015



PER NHIN DIZMENTCHÀ SONTA BARBARA (Per non dimenticare santa Barbara), 6 dicembre 2014



USSEGLIO E LA GRANDE GUERRA
Riunione preparatoria, 13 settembre 2014


LA SOPRAVVIVENZA DELLE TRADIZIONI GRECO-ROMANE NEL PARLARE DI USSEGLIO

Intervista del professor
Emanuele Lelli (Università di Roma), 29 luglio 2013



L'ANELLO FORTE DI USSEGLIO IN UN VIDEO
Trailer del film girato nel 2012
TOPONIMI USSEGLIESI
In collaborazione con Chambra d’Òc

Banca Dati Toponomastica in Rete Web occitano e francoprovenzale

Modello scheda Banca Dati Toponomastica

Andriéri
Aoutoùr
Arculà
Arnàis
Besanàt
Bòiri
Corna
Courtavàs
Crot
Goùrie
Margoùn
Mnòout
Ou(v)arda
Parinéri
Péra Morta
Piasteù
Piinèi
Servìn
Tchabèrt
Tchastèl
Tumlèi
Virràt


Un toponimo di difficile spiegazione: Benòt, alias Mnòout


LA MEMORIA DIMENTICATA
Nomi di luogo e storia della collettività, 3 maggio 2014


TCHANTÀ L’INVERN PER FAR AMNÌ PRUMÀ (Cantare in inverno per far venire la primavera), 4 gennaio 2014



Rassegna stampa

Alla scoperta delle miniere valligiane


La grande guerra, una memoria

Un direttivo tutto femminile

Usseglio e la grande guerra

Dalla vetta della Croce Rossa

Era l'agosto del 1954

Riunione sui toponimi del territorio

Usseglio: incontro sui toponimi

Usseglio nella storia

Ricordata nella «sua» Usseglio la figura di Romana Cibrario

ISCRIZIONE ALLA SEZIONE PROVINCIALE DI TORINO DEL REGISTRO REGIONALE DELLE APS
Dal 4 agosto 2016, L'Anello Forte di Usseglio è iscritto alla Sezione Provinciale di Torino del Registro Regionale delle associazioni di promozione sociale della Regione Piemonte, al numero 214/TO.
Scaricare il decreto


L’ANELLO FORTE DI USSEGLIO SI È COSTITUITO IN ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE
L’Anello Forte di Usseglio, già da anni artefice di iniziative culturali, si è costituito in associazione di promozione sociale senza scopo di lucro.
Lo ha fatto sabato 20 giugno 2015, all’Albergo Rocciamelone di Usseglio. 44 i soci fondatori e netta, come da consolidata tradizione, la preponderanza delle «quote rosa» (34 su 44). Il primo intento dell’Anello Forte di Usseglio, quando nel 2012 si è attivato, era infatti sottolineare l’importanza del ruolo della figura femminile nella società alpina, con particolare riguardo alla coesione sociale e famigliare.


Una immagine dell'Assemblea costitutiva.


Tale intento è rientrato oggi immutato nello Statuto dell’Associazione che tra le finalità ha anche la salvaguardia del patrimonio culturale, linguistico, storico e ambientale, il contrasto al rischio di isolamento sociale e culturale delle aree montane e l’incentivazione dell’aggregazione sociale.
Per conseguire tali finalità, l’Associazione intende organizzare attività e manifestazioni con cui raccogliere, archiviare, scambiare e divulgare documentazione e informazioni, con particolare riguardo alle espressioni della minoranza linguistica francoprovenzale, svolgere attività di promozione e utilità sociale a favore degli associati e di terzi, organizzare riunioni tematiche e visite culturali, curare l’edizione di pubblicazioni e supporti multimediali inerenti le proprie finalità e partecipare a manifestazioni organizzate da altri enti o associazioni.
Per il primo quinquennio l’Associazione sarà guidata da un consiglio direttivo tutto femminile, composto da Luisa Cibrario (Presidente), Viviana Vietti (Vice Presidente) e Anna Maria Cibrario (Tesoriere).


Il Presidente Luisa Cibrario.


Lo Statuto prevede inoltre una Commissione scientifica, formata da Teodora Caglio, Anna Gattiglia, Claudia Giacomelli, Giacomo Re Fiorentin e Maurizio Rossi, a cui spetterà proporre temi e iniziative e sviluppare i programmi culturali ispirati dall’Assemblea, che è l’organo sovrano dell’Associazione ed è composta da tutti i soci.
Al di là dei nomi, conta la consistenza numerica dei soci fondatori, che, in un paese di 200 abitanti, è indice di una necessità di espressione e comunicazione profondamente sentita.
Per informazioni e richieste di adesione all'associazione: 347-310.34.73